• Current

Sabato, 26 Ottobre 2019

PELLEAS E MELISANDE Balletto cine-coreografico

  • Prima Assoluta

    regia e coreografia Michele Abbondanza, Antonella Bertoni

    con Eleonora Chiocchini, Cristian Cucco, Michele Abbondanza

    musiche Arnold Schönberg “Pelleas e Melisande” Op. 5

    liberamente ispirato all’omonimo dramma di Maurice Maeterlinck

    disegno luci e direzione tecnica Andrea Gentili

    collaborazione al progetto Danio Manfredini

    produzione video Jump Cut

    realizzato da Sebastiano Luca Insinga, Simone Cargnoni

    sound design Philippe Gozlan

    make up artist Lucia Santorsola

    organizzazione Dalia Macii

    amministrazione e ufficio stampa Francesca Leonelli

    produzione Compagnia Abbondanza/Bertoni

    con il sostegno di MiBAC - Direzione generale per lo spettacolo dal vivo, Provincia autonoma di Trento – servizio attivita’ culturali, comune di Rovereto - assessorato alla cultura

Presentiamo qui lo spettacolo Pelleas e Melisande terza e ultima parte del progetto Poiesis. Dopo aver indagato il “femminile” con Franz Schubert e il “maschile” con Charles Mingus, assistiamo all’incontro dei due pianeti, Venere e Marte. Con La morte e la fanciulla ed Erectus le due orbite apparivano circoscritte e precise e ora sembrano convergere in una rotta di collisione; fuse e confuse meteore impazzite e destinate, in quanto diverse, alla disgregazione.

Mettiamo in scena uno dei problemi eterni dell’umanità nella forma di fiaba senza tempo: l’amore del cuore, l’amore della carne e la necessità di farli coesistere all’interno della società e di un contesto istituzionale.

Fonte di libera ispirazione é stato il testo simbolista di Maurice Maeterlinck che ha come argomento l’amore proibito e predestinato dei personaggi del titolo ma soprattutto è stata la musica di Arnold Schönberg la nostra vera guida passo dopo passo e motore di tutto il lavoro.

Per quanto riguarda l’argomento, siamo di fronte alla classica trama del triangolo amoroso; lo svolgersi dei fatti, viene da noi qui utilizzato come semplice sottotraccia per una doppia narrazione parallela: quella coreografica, affidata alla danza dei tre interpreti, riservata allo spazio scenico, disegnata rigorosamente sulla musica e con il compito di condurre lo spettatore attraverso il percorso tracciato da Maeterlinck; quella cinematografica, affidata al “film” di Pelleas e Melisande, proiettato su di un grande schermo situato sul boccascena che appare come una parete-filtro tra gli spettatori e il palco con il compito, attraverso il flusso di immagini, di restituire in chiave simbolica e astratta l’aspetto più psicologico, interiore ed emotivo dei personaggi.

 Lo spettatore viene così esposto a un costante doppio piano di lettura trovandosi nelle condizioni di poter accedere a un ulteriore livello di interpretazione (il terzo), figlio della mescolanza, sovrapposizione, imposizione uno sull’altro degli altri due elementi (scena e film): uno stato di coscienza artistico più personale e intimo, inaccessibile se non a sé stessi. Forse assoluto. Rischiosamente poetico.

 

Plot:

Il Principe Golaud trova l’adolescente Melisande sperduta nella foresta, la salva e la sposa. Lei si innamora del giovane fratello di Golaud, Pelleas. Una volta scoperti, i due amanti vengono uccisi dallo stesso Golaud.

 

 

 

ORARI

SABATO21:00

  • Prezzi

    Intero 15,00
    Ridotto*  12,00 
    Ridotto** 9,00 
    Ridotto*** 8,00

     

    * Cral convenzionati, Unicoop Firenze, Carta Più/MultiPiù la Feltrinelli, Tessera Arci, Soci Aci, Over 65, Under 26, Università dell’Età Libera, SDIAF

    ** Allievi delle scuole di danza e teatro muniti di tesserino, studenti universitari

    *** Studenti delle scuole secondarie di secondo grado, tessera studente della Toscana, tessera Casateatro

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.