• Current

Venerdì, 24 Maggio 2019

QUELQUES-UNS LE DEMEURENT FABBRICA EUROPA 2019

  • messa in scena, coreografia e interpretazione Alexandre Fandard
    sguardo esterno, assistenza alla messa in scena Mélina Lakehal
    creazione luci Alexandre Fandard, Mélina Lakehal
    creazione suono Noël Rasendrason & Alexandre Fandard
    costumi Gwendolyn Boudon
    sostegno e coproduzione Laboratoire des Cultures Urbaines et Espace Public du CENTQUATRE-Paris
    con il supporto di DRAC Ile-de-France vincitore di FoRTE 2018 (Région Ile-de-France), Étoile Du Nord (Paris), Café de Las Artes (Spagna), Tremplin – Danse à tous les étages (scène de territoire danse)
    durata 30 minuti

Quelques-uns le demeurent del giovane coreografo francese Alexandre Fandard è un assolo ispirato alla citazione di Samuel Beckett «Tutti siamo nati pazzi, alcuni rimangono tali»..
Attingendo all’estetica del chiaroscuro, questa pièce di grande potenza espressiva – dal fascino oscuro e luminosamente poetico, nutrito dall’universo beckettiano – è un’esplorazione attraverso corpo e immagine delle vertigini della follia, allo stesso tempo niente, vuoto e fonte incommensurabile di creazione che esercita uno strano fascino. Tra sogno e incubo, poesia divorata dall’oscurità, un uomo solo si lascia andare a una strana lotta. Che cosa ci dice? Il suo passato cela un segreto profondo che le parole non possono più portare? È governato da una forza che uccide le parole, le imbavaglia? O è semplicemente folle? La visione e il movimento turbano: è un corpo forte in declino, è un’ombra viva che si cancella... È la prima opera coreografica di Alexandre Fandard che qui indaga un’alterità radicale, insita in ognuno di noi.

Paradosso inscritto in un corpo che si estirpa dal nulla prima di esserne risucchiato.
Nello spessore dell’oscurità, al confine tra ragione e follia, mentre il corpo lotta, nasce la creazione. È una poesia senza parole. Una testimonianza strana che si presenta come un autoritratto attraverso un linguaggio scenico e coreografico radicale e fantasioso, in uno spazio in cui il corpo si svela in una pittorialità di forme allucinate, in cui il processo creativo si dipinge in modo intimo e organico.

Intrecciando danza, teatro e performance, questa pièce si fonda su fonti diverse, che si sono imposte nella loro evidenza e hanno nutrito la creazione.
La scrittura drammaturgica ha trovato ispirazione in Michel Foucault che ha indagato l’isolamento, il confinamento ma anche il fascino esercitato dalla follia come forza creatrice che rivela un paradosso ricco e mistico. Per quanto riguarda l’aspetto estetico, suggestioni diverse hanno influenzato la composizione, ad esempio il reportage di Mario Ruspoli ”Sguardi sulla follia”.
La forza pittorica e simbolica del chiaro-scuro, in particolare nelle opere di Caravaggio, i ritratti deformati di Francis Bacon o ancora l’universo cinematografico surrealista e inquietante del regista David Lynch, hanno nutrito a loro volta la scrittura coreografica. È un corpo impedito e carico del peso di un segreto che non puo nominare. In questo non-luogo in cui il tempo si è fermato, si svela un corpo, dalla fisicità estrema e significante, il cui volto si trasfonde nella luce. 

Alexandre Fandard è un danzatore hip-hop free style autodidatta. Dopo essere entrato a far parte dell’Académie Internationale de la Danse a Parigi, ha danzato in Exhibit B di Brett Bailey (Parigi, Corea del Sud, Estonia), pièce in cui interpretava con intensità espressiva un elemento statico, come in un quadro. Questa esperienza ha rafforzato il suo gusto per l’estetica pittorica. Scoperto da La Cie de Soi, ha danzato in Heroes al Pantheon. A settembre 2016 è stato selezionato come artista residente del “Laboratoire des culture urbaines” al Centquatre-Parigi. Nel 2018 ha creato Quelques-uns le demeurent, presentato in numerosi festival europei (primo premio Festival CortoInDanza / Italia, primo premio Concours Trajectoire / Francia, 2° premio Festival 10 Sentidos /Spagna).

ORARI

VENERDI21:00

PREZZI

BIGLIETTI
intero 12€
ridotto 10€ *
studenti 8€ **

* over 65, soci Arci, UnicoopFirenze, Controradio Club, Touring Club Italiano, ACI Firenze, Lungarno, Carta Istituto francese Firenze, Carta Più / MultiPiù Feltrinelli, GenderBender Card, IREOS, tessere Biblioteche Circuito SDIAF, Amici di Palazzo Strozzi, possessori dei biglietti mostre in corso a Palazzo Strozzi, possessori biglietti e abbonamenti ATAF & Li-nea e Busitalia

** under 18, studenti universitari, Polimoda, Accademia Belle Arti, IED, LABA Firenze, ISIA Firenze, iscritti scuole di danza convenzionate

Abbonamento DANZA FLORIDA (5 spettacoli al Teatro Cantiere Florida dal 21 al 24 maggio) - 30€
acquistabile online su ticketone.it o nei punti vendita Boxoffice Toscana

INFO e PRENOTAZIONI: 055.351599 / 055.2638480

  • Prezzi

    Intero 15,00
    Ridotto*  12,00 
    Ridotto** 9,00 
    Ridotto*** 8,00

     

    * Cral convenzionati, Unicoop Firenze, Carta Più/MultiPiù la Feltrinelli, Tessera Arci, Soci Aci, Over 65, Under 26, Università dell’Età Libera, SDIAF

    ** Allievi delle scuole di danza e teatro muniti di tesserino, studenti universitari

    *** Studenti delle scuole secondarie di secondo grado, tessera studente della Toscana, tessera Casateatro

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.