• Current

da Lunedì, 09 Aprile 2018 a Martedì, 10 Aprile 2018

AROUND EXCELSIOR WORKSHOP CON SALVO LOMBARDO

All'interno della residenza artistica a Firenze per il progetto Around Excelsior, due giorni di workshop strutturati come open class.
I workshop sono una delle attività fondamentali che serviranno a sviluppare la ricerca e a produrre materiali sperimentali che saranno poi utilizzati sia nello spettacolo sia  per altre creazioni e hanno la funzione di aprire una discussione, indagare diverse posizioni, condividere le riflessioni sui temi proposti con persone comuni, danzatori, artisti e addetti ai lavori di diversi ambiti. 
Durante ciascun workshop Salvo Lombardo, accompagnato a volte dalla danzatrice Daria Greco e dalla Videomaker Isabella Gaffè, realizzerà degli incontri di confronto e scambio, da cui poi potranno scaturire dei momenti che possiamo definire “interviste gestuali”. Le persone partecipanti attraverso interviste audio, ma anche attraverso esercizi corporei, potranno esprimere il loro punto di vista rispondendo a delle questioni sia sollevate da Salvo, sia nate dal dibattito interno al workshop stesso. Durante il workshop sarà chiesto ai e alle partecipanti di esprimersi sia usando la voce e la parola, sia facendo dei gesti che non richiederanno nessuna abilità specifica di danza, ma saranno gesti naturali scelti dagli stessi partecipanti. Tutto il processo sarà filmato da Isabella Gaffè e potrà essere in parte mostrato o in una istallazione video o nello spettacolo di danza. In ambedue i casi l’utilizzo dei materiali sarà prima approvato dai partecipanti coinvolti.
Per fare in modo che i workshop siano davvero uno spazio dove provare a trovare diverse risposte a domande che oggi ci riguardano a tutti/e molto da vicino, alcuni workshop saranno realizzati o con gruppi, collettivi e associazioni di persone di seconda generazione residenti in Italia, o da richiedenti asilo, rifugiati/e o migranti. Saranno coinvolte anche associazioni interculturali o gruppi che riuniscono persone provenienti da altri paesi o culture, ma ora cittadini italiani. 

I workshop sono a titolo totalmente gratuito per i partecipanti. 
Si potrà parlare oltre che in italiano anche in: francese, inglese, spagnolo e portoghese
info e prenotazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 055 7135357

IL PROGETTO
Nel 1881 al Teatro alla Scala di Milano debutta il Gran Ballo Excelsior, il ballo italiano di maggior successo dell’Ottocento in Italia e nel mondo fino ai giorni nostri. Lo spettacolo fu creato sull'idea, dominante nella società europea dell’epoca, del trionfo della Luce e della Civiltà contro l’Oscurantismo e la barbarie. Sono gli anni delle Esposizioni Universali dove vengono celebrate le conquiste del progresso, della rivoluzione industriale, dell’imperialismo coloniale e dell’affermazione del concetto di identità nazionale e del suo immaginario di riferimento. Date queste premesse il progetto Excelsior di Salvo Lombardo, si interroga su quale sia oggi l’eredità culturale di quell’idea di Occidente. Viviamo in una cultura neo-coloniale che propone valori simili a quel tempo passato?
La società contemporanea occidentale, in molti ambiti della sfera morale, politica ed estetica, si è modellata attraverso un ossessivo bisogno di definizione dei propri confini identitari stabili e unitari. Questo processo di appiattimento della cultura delle differenze e dell’eterogeneità, le cui radici sono da far risalire in modo particolare proprio al XIX secolo, ha generato nel tempo delle pratiche, dei discorsi e soprattutto delle rappresentazioni del corpo che hanno definito una sorta di identità “universale” inventata dall’Europa coloniale. Una visione che non solo ha definito i popoli occidentali come superiori, ma che ha disegnato gli “altri” e le “altre” secondo un preciso schema di inferiorizzazione.
Salvo Lombardo con il progetto Excelsior intende analizzare e rimettere in discussione quella visione ottocentesca, ancora oggi purtroppo viva nel pensiero occidentale, che genera processi di razzismo e razzializzazione ai danni di chiunque venga considerato “altro” o “altra”. Il progetto prevede la realizzazione di un’opera di danza contemporanea che, partendo dal Gran Ballo Excelsior, intende riflettere sulla rappresentazione dei corpi nelle culture coloniali, nazionaliste e neo-coloniali. Il progetto Excelsior non è però solo uno spettacolo di danza, ma prevede una serie di opere e eventi ulteriori, che saranno presentati in parallelo o dopo lo spettacolo, con il preciso intento di allargare l’orizzonte di indagine del lavoro.

ORARI

LUNEDI15.00

MARTEDI10.30